Oggi è il giorno della Memoria....bhè, detto da una svampata è tutto dire....però questo non cambia il fatto che questa giornata abbia una valenza particolare....Sono apolitica, gnostica e un pò paracula...ma non potevo esimermi dal ricordare....

Ci sono persone che hanno pubblicato foto, altre post commemorativi...io invece ho voluto 'ricordare' nella maniera che mi è più congeniale, il cibo. Voi vi starete domandando "ma che ci azzecca?"...azzecca azzecca....in rete ho trovato un sito ebraico interamente dedicato allla cucina ed alla sua cultura religiosa nel cibo, ho pensato..che male cè se mi avvicino a loro?? In fondo tutti hanno provato in vita loro a fare la pasta, perchè io non potrei fare lo stesso? Ed ecco che dalla cucina Kasher scelgo questa ricetta, Simchàt Torà.
Per me questo è il miglior modo per ricordare....ricordare che la loro cucina è simile alla mia, che mettono amore e passione proprio come me...che anche loro mentre mantecano e soffriggono si soffermano a pensare alle cose da fare, mentre parlano con i figli e pregano Dio che domani possano rifarlo...sono proprio come noi...

Ma non poteva finire quà...o meglio, come ricetta a tema si...ma come al solito, in fondo al frigo senza fondo, sempre dietro l'ennesima busta di cose scontate, trovo
una rapa...una si, ma da mezzo chilo. Ho scartabellato tutto il web e mi sono imbattura in una ricetta che non avevo mai provato...la "Ratatuille".

Mi sentivo il topolino affaccendato, le mie figlie mi hanno guardato male per 5 minuti perchè loro sono abituate a sgranocchiarle crude, ma quando ho detto loro il nome della ricetta si sono illuminate tutte e son rimaste lì curiose a fare il tifo...

Devo dire che è un piatto particolare, il vino stempera il naturale amaro della rapa, che viene addolcito anche dal burro, ma il contrasto al palato spicca, bisogna provare per capire....le mi figlie hanno decretato "si mamma, sono buone, ma la prossima volta lasciale crude.." Non si può aver tutto no?

Ok, ora che avete letto tutto, vi ricordo che entrambe le ricette ed i procedimenti li trovate nelle frasi ipertestuali (che aprono altri collegamenti), quindi divertitevi e sperimentate....giusto per non dimenticare...

Tagged: , ,

4 commenti:

  1. Grazie, grazie, grazie. Sei riuscita a ricordarci una data che rammenta cose tristi senza farci la predica per far si che ci sentiamo in colpa. Complimenti, fino ad ora sei proprio l'unica. A proposito, le rape a casa mia non sono gradite, ma forse fatte così le mangerebbero...

    RispondiElimina
  2. Alduccia....se non siete amanti del tubero, lascia stare.....visto che comunque questa ricetta tende ad esaltarne il sapore...

    Non potrei mai fare la predica...già basto io a dire il rosario tutte le mattine quando apro gli occhi..hihihi e ci siamo capite...^_- Smak!

    RispondiElimina
  3. grazie Tzunami ... grazie del link che ritengo preziosissimo ... e di aver ricordato questo giorno ...
    @ aldarita: non mi sembra che nessuno nella blogosfera abbia 'obbligato' qualcun altro a leggere le 'prediche'!sentiamoci liberi di scrivere quello che vogliamo nel rispetto di tutti e di sentirci o meno in colpa secondo la nostra personale coscienza ...

    RispondiElimina
  4. Tzu ... il tuo commento mi ha fatto particolarmente piacere ... io ti seguo sempre e trovo che sei unica!
    grazie di cuore
    dida

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...