Oggi ho deciso di dedicare la mia giornata ai bisogni delle mie locuste...tutto è cominciato con un classico "maaaaaaa...non ho niente da mettermi!" che letteralmente significa tutto quello che ho non mi piace più (o non mi sta)....siccome il passo successivo a questa affermazione significa andare nel mio armadio a fare razzia, ho pensato bene di armarmi di santa pazienza e caricarmele in macchina.

Non hanno più quell'eta meravigliosa dove tu provvedi e loro indossano...se l'avessi fatto mi sarei ritrovata con il solito film già visto dal titolo "e secondo te io dovrei mettermi 'sta roba?"...no, non mi piacciono i sequel. Così olè, tutti in macchina! Prima tappa, negozio di abbigliamento trendy...

Ok ragazze, andate e tornate solo con 3 pezzi a testa...avete presente come sono questi posti no? Tutta la roba in bella vista e tu che li guadi pensando che lo stilista si sia ispirato alle barbie....ma avete visto che razza di misure hanno??? XS?!?! Ma io nemmeno i calzini porto di quella misura! Passi per le magliette ascellari ed i pantaloni a mutanda, ma nelle camicie no! Alchè chiamo una di quelle commesse stizzite, quelle specie di giraffe che quando le chiami ti guardano dall'alto in basso e ti fanno sentire una turina...e tu che pensi, ma a queste li danno da mangiare nelle gabbie? Si, perché è giusto sapere queste ragazze in realtà non esistono, vivono in habitat in branchi da 4 e la capo branco può usare il tanga modello filo interdentale....e tu ti ritrovi a guardarle con il tipico sguardo da "poveriiiiinnneee....adesso gli compro un kraphen".

E nel frattempo che meditavo su queste inezie, sedavo le varie risse delle mie figlie, elargivo suggerimenti sul brand e dispensavo pillole di saggezza alla piccola, ricordandogli che i pantaloni a vita bassa non si possono tirare alle ascelle e che il top con ombelico nudo non arriva sino al sedere....detto questo, 45 minuti e 120 euro dopo, finalmente esco da quel girone infernale con la mia "micro shopper"...si perchè va detto che 8-10 articoli stanno  perfettamente in una borsina più piccola di quelle della spesa....ma che li fanno di carta velina sti vestiti??? mah.

Mentre camminavamo le mie figlie ciarlavano di abbinamenti improponibili, io invece pensavo...domani c'è la festa di fine stagione volley, cosa gli preparo?? Ah, si...gli farò quello spettacolo di millefoglie che è venuto benissimo per la precedente festa...e così ecco a voi la visione di quella che "fu" la millefoglie e di ciò che si pappeggerà domani....
Cosa vi serve:
  • 2 rettangoli di sfoglia surgelata
  • crema di zabaione
  • zucchero a velo
  • mandorle tritate
  • Panna montata 1000 gr.
  • Crema zabaione 700 gr.

Procedimento:

1. Accendete il forno a 180°
2. Cuocete la sfoglia per 15/20 min. in base al vostro forno
3. Preparare la crema
4. Assemblare e guarnire


Per 700 gr. di crema di zabaione:


  • 6 Tuorli d'uovo
  • 2 Uova Intere
  • 240 grammi di Zucchero
  • mezza tazzina da caffè di Marsala
  • 1 lt. di Panna montata

Mettete i tuorli, le uova intere e lo zucchero in una pentola mescolateli "a freddo" con una frusta fino ad ottenere un composto gonfio e omogeneo. Fate attenzione a non montare le uova. Trasferite la pentola in un'altra più grande per il bagnomaria e controllate che il fondo non tocchi quello caldo della pentola contenente l'acqua. Aggiungete il vino, mescolando continuamente con una frusta. Controllate che l'acqua del bagnomaria non arrivi a bollire, restando appena sotto il punto di ebollizione.
Continuate a lavorare il composto fino a quando la crema sarà ben gonfia e avrà raddoppiato il suo volume (la temperatura di lavorazione della crema deve essere di circa 45 gradi).

Se volete servire lo zabaione freddo, subito dopo la cottura, mettete la pentola in una terrina piena di ghiaccio o nel lavello con acqua fredda, girando di tanto in tanto la crema, in questo modo la crema si raffredderà senza smontare.
Uno zabaione ben riuscito deve essere gonfio e spumoso.Non dimenticate che la crema calda ha sempre una consistenza più soffice e leggera di quella fredda. Lo zabaione ora è pronto, potete servirlo in coppe oppure, come in questo caso, unito alla panna montata per farcire la torta, inserite la panna gradualmente e amalgamatela sempre dal basso verso l'alto, questo aiuterà a non smontarla.


Assemblaggio:

Tagliate a metà la sfoglia che dopo la cottura avrà assunto una forma gonfia e "sferica", mettete la crema in una sac a poche e farcite la sfoglia uniformemente, continuate così sino a completamento delle sfoglie. Al termine spolverizzate la torta con abbondante zucchero a velo e guarnite i bordi con la farina di mandorle. Semplice ma efficace! Vi posso assicurare che è venuta leggerissima e olto soft, è stata apprezzata molto, ma soprattutto non ne è avanzata una briciola!!

Se amate il genere, provate donne,provate....domani io farò il bis,ma so già che sarà un successone!

Smakkkk

Tagged: ,

6 commenti:

  1. Che meraviglia questa mille fogie!

    RispondiElimina
  2. Wow, proprio buono! dolce con questa fantastica e morbida cremina e semplice con el sfoglie già pronte!
    bellissima idea!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. La millefoglie è la mia torta preferita, ma non ho ancora avuto coraggio di prepararla, cmq comprando la sfoglia surgelata è facile, no? bella la tua :-)

    RispondiElimina
  4. Adora la millefoglie ma non ho mai provato a farla!!
    La tua è venuta benissimo!
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Veramente fantastica!!! Mi fai morire con i racconti di vita vissuta che molte di noi hanno vissuto prima di te... non sai ancora cosa ti aspetta!!!!!!!!!!!!!! Ma se 'sti problemi (che problemi non sono) danno sfogo alla fantasia culinaria che hai.........ben vengano. Baci

    RispondiElimina
  6. Una vera meraviglia, Davvero invitante. Ciao Daniela.

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...