"mamma mamma! Ci fai la pasta COI gamberelli?"....è nata così, quando la mia piccola aveva 4 anni...

A distanza di molto tempo, noi continuiamo a chiamarla così....

Occorrente:
dei gamberelli, (gamberetti) freschi, privateli della "buccia" (marooooonnn se mi sentisse l'Artusi!!!) e stop.
In una padella fate rosolare dell'aglio, prima che prenda colore aggiungete 1 zucchina grattugiata, (personalmente faccio Banzai e la grattugio direttamente in padella...poi smadonno perchè mi scappa anche fuori, ma fa nulla)...lasciate andare 2 minuti e aggiungete 1 cucchiaio (o + se gradite) di concentrato di pomodoro...ancora 2 minuti e poi mettete i gamberelli....fate andare finché non "cacciano" l'acqua, quando quest'ultima sarà evaporata regolate di sale e pepe e spegnete.

Esiste un'altra scuola di pensiero che prevede l'aggiunta di panna in dosi soggettive...personalmente la metto quando ho pochi sensi di colpa e la mia linea non assomiglia a quella dell'autobus...ma altre ne faccio a meno...oppure aggiungo del latte e una cucchiaiata di farina...sennò "Alla via così" come diceva Capitan Kirk....

Ora guardatemi negli occhi....io vi PINOTIZZERO'...ecco...così.....bene...apri la mente....visualizza un fiume....cavalca il drago....rincorri la gazzella.....togli la cera, metti la cera.... ueeeeeeeeeeeeeee metti giù la pasta!!!!!

Tagged: ,

2 commenti:

  1. buoni i gamberelli li voglio anch'io

    RispondiElimina
  2. Che tripudio di colori...e di sapori, uno dei miei piatti preferiti, quelli che mi fanno piangere!!!

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...