Vi ho mai detto che mia cognata vive in Spagna?

Complici le festività passate, abbiamo potuto godere anche della presenza della "Tia" Spagnola....che bello avere un parentado multiculturale....questo ci permette di avere i dettagli e gli accorgimenti di una cucina che non ci appartiene, ma che ci aiuta a capire attraverso il palato la cultura di un popolo....ieri il kebap...oggi la paella.
Vi ho già parlato dell'grediente particolare che usano gli Spagnoli....il Pimenton, una polvere rosso porpora ottenuta dalla lunghissima essicazione che viene fatta al peperone rosso....imolto simile alla paprika come consistenza...

Mia cognata poi mi ha edotto anche sulle tecniche, una di queste è "grattuggiare" il pomodoro....si si, anch'io ho storto il naso ma in effetti devo dire che ha una sua ragione, tagliato nel senso della larghezza non lascia andare troppi succhi e la polpa rimane molto soda....e due.

Gli ingredienti per la paella sono molti, ma alla fine dipende come una la vuole, se di "marisco" ovvero di pesce, "Valenciana" o "Mixta"....Avevamo mangiato una di marisco proprio domenica, mio marito entusiasto ieri mi fa..."moooo, me la prepari la paella con tutto?" Ma come si fa a dire di no??? E così stasera ero in vena, e mi son data alle cotture pazze...Quella che vi posto è la mia rivisitazione della paella alla valenciana che avevo trovato nel web tempo fa su "cosacucino"...
Partiamo con gli ingredienti....
Mi son dimenticata di fotografare le 2 salamelle che ho messo dopo....e devo specificare che che al posto dei miei peperoni dolci (friarielli) ci andavano mezzo rosso e mezzo verde....ma io quelli avevo, quindi ho adattato.

Prima di lavorare la paella bisogna preparasi 2 o 3 cosine...si fa un brodo con le teste delle mazzancolle e lo si filtra per togliere le antennine (io sto giro ho usato quelle surgelate quindi nisba brodo....in compenso avevo il dado di pesce) poi in padella si fanno aprire prima le vongole e poi le cozze, si toglie dal guscio il frutto tenendone da parte alcuni che serviranno da guarnizione. Poi si disossa la carne e se ne fanno bocconcini, il calamaro a rondelle e i peperoni a listarelle....fatto.
Ed ora gli step...
1. Soffriggere aglio e cipolla, quando accenna a doratura mettere i bocconcini di carne (pollo-coniglio-salamella) e far rosolare 8-10 minuti, dopodichè sfumare con del vino bianco e lasciare evaporare.
2. Aggiungere il pomodoro, regolare di sale e lasciare che si ritiri un pò.
3. aggiungere i peperoni e dopo poco i calamari, lasciare andare per 3 minuti.
4. Unire le mazancolle con il loro carapace, lasciarle andare per 4 minuti e ritirarle in un piatto a parte.
a questo punto si ha una consistenza molto brodosa, è il momento di aggiungere il riso.
Io ho usato un vialone nano per i suoi chicchi piccoli e la cottura lunga, ho lasciato che si assorbisse tutto il sughetto che si era fatto e poi ho aggiunto il brodo di pesce...una tazza di riso=2 tazze d'acqua....regolatevi.
Io a questo punto metto lo zafferano e (adesso congi mi fulmina) il pimenton.....dico questo perchè ci sarebbe un metodo anche per quello....ma non volendo rischiare di fare una porcheria delle mie ho fatto come mio solito...usandolo come fosse paprika o simili....detto questo ho lasciato che arrivasse quasi a cottura e poi ho spento. Ho versato le mazzancolle pelate e tagliate a metà (una parte tenuta x le guarnizioni) e i mitili...cozze e vongole sgusciate in precedenza. Non dimenticate di regolare di sale e pepe durante la cottura....non ho una dose da dare, è molto soggettiva...
Spero che quest'aria di Spagna vi sia piaciuta....a noi muchoooooooooooo hahahahaha
Besitos

Tagged: ,

20 commenti:

  1. Ma perchè cavolo non abiti più vicina??? Adoro la paella e ogni tanto la faccio, un fac simile della tua, ma l'ultima volta è stato un casino. A parte che cucino tutti gli ingredienti separatamente e poi li unisco al riso fatto un po' brillare con olio, cuocio 15' in forno e poi completo sul fornello, di solito, come te, scelgo risi con cotture lunghe. Beh, era un vialone nano con indicazione di 16'. Procedo come al solito, dopo 15' tolgo dal forno e... crudo, completamente crudo. Rimetto in forno e, per fartela breve, si è cotto (sul fornello) dopo più di un'ora e, comunque, non tutti i chicchi erano uniformi... Ho conservato la scatola per ricordarmi di non prenderlo mai più. In quanto all'ingrediente magico, cercherò di procurarlo

    RispondiElimina
  2. Alduccia!! Ma dai....cestina il metodo forno! A Parte cozze e vongole, non tengo da parte nulla, quindi dovrebbe risultare più semplice. Se la fai solo di pesce i tempi si restringono ancora visto che non hai i 15-20 minuti che si prende la carne. Se prepari tutto separato, poi di che sa il riso??? Io sono per l'assorbimento dei sapori e quelli li fai in padella...tira fuori la wok dai, tanto lo so che ce l'hai..hehehehe

    P.s.
    Ora so come sdebitarmi....hihihihi Smakkk

    RispondiElimina
  3. che bell piatto . devo dire che questa paella e perfetta. fortunato tuo marito :)

    RispondiElimina
  4. Che bellissimo piatto! Brava!!

    RispondiElimina
  5. mmmmmmmmmmm...che paella ricchissima!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao! noi adoriamo questo piatto! l'hai preparato davveor benissimo...ora ci manca solo un pò di sangria ;)
    baci baci

    RispondiElimina
  7. Splendida, stupenda! Non ho altri aggettivi, sei semplicemente bravissima.
    Peccato che dal blog non si senta il profumo: sverrei!

    RispondiElimina
  8. adoro la paella.. con la tua ricetta sembra + facile.. la proverò presto e ti farò sapere che ne pensa il mio ragazzo..(per metà è spagnolo)!!!!

    un bacioneee

    RispondiElimina
  9. Aspetta che non mi sono spiegata bene. Preparo tutto separato nel senso che cuocio gli ingredienti uno per uno, ma poi metto subito tutto nel riso e quindi il sapore lo prende, solo che è un lavoraccio, sia di tempo che di sporcamento teglie. Il wok lo chiedo a mia figlia che ne ha due e poi provo. Baci
    p.s. guarda che non ti devi sdebitare per niente, è stato un piacere

    RispondiElimina
  10. bravaaaaaaaaaa
    10 e lode, pure la mia pero'......ti ha fatto una bella concorrenza, ma questo solo grazie a te!!

    RispondiElimina
  11. Approdo qui dal Blog di Cucina e mi ha incuriosito il nome del tuo blog e che mi trovo? Una fantastica Paella!!! Bravissima...prima o poi affronto anche io la preparazione....ciao Roberta

    RispondiElimina
  12. Bella la tua paella,io non le ho mai preparate, è un lavoraccio enorme, quando abitavo in andalucia le compravo pronte eheheheh. Anch'io metto el pimenton dappertutto!!! ogni volta che vado in Argentina mi porto un sacco di bustine, se un giorno mi fermano alla dogana andro in galera!!
    Un bacione e sei stata bravissima a prepararla!!!

    RispondiElimina
  13. che buona...pensare che ho provato a farla ma era ben lontana da questa!!! ma adesso proverò ls tua ricetta!!grazie!!1

    RispondiElimina
  14. Che bella paella!!!!!!
    Mi fai venire un languorino!!!!!
    Se ti fa piacere passa da me a ritirare due premi.
    Ciao a presto!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Nooooooooooooooooooo, la paella noooooooooooooooo!
    La voglio! La voglio e la voglioooooooooooooo!

    RispondiElimina
  16. che meraviglia questa paella...complimenti...un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  17. CIAO TZU,HO LANCIATO OGGI UNA NUOVA RACCOLTA CHE PARLA “DEI DOLCI PIU BUONI DEL MONDO”E AVREI PIACERE CHE TU PARTECIPASSI…TUTTI I DETTAGLI SUL MIO BLOG,BACI IMMA

    RispondiElimina
  18. Bella la tua paella
    Io non l'ho mai provata.
    Ciao buon 1 Maggio

    RispondiElimina
  19. Risposte
    1. Ciao Natistanchi....cosa intendi esattamente? Se ti riferisci al mio, no..è un blog come il tuo....se invece intendevi alto, spiegami meglio, perchè non è chiaro....ciao

      Elimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...