Piccole, dolci, rosse e sugose....le fragole. Io le adoro, ne mangerei a tonnellate ma so già che non mi sentirei mai sazia....non sono l'unica, cè solo una persona che mi batte....mio marito. Così ho cercato di unire l'utile al dilettevole, ovvero, troviamo una soluzione alle voglie del maritino a Novembre...."moooo me la fai la crostata di fragole?" Ecco perchè ho trasformato 4 kg. di sugosisimme fragole Italiane DOC in splendida confettura.....
A parte il tempo di mondatura, non ci vuole molto....devo specificare che non è la prima della stagione, infatti altri 10 Kg. sono stati abbondantemente lavorati in precedenza....il primo giro ho frullato le fragole ed ho usato la pectina 2:1, ho ottenuto una bellissima marmellata in meno di mezz'ora, una consistenza come quelle che si comprano...ma....non mi soddisfava alla prova pane e burro. Mi sembrava troppo dolce....così ho preparato dopo pochi giorni altri chili....questa volta tagliando le fragole in pezzettini piccoli....ho messo sul fuoco con meno zucchero (2,5 kg. di zucchero su 5 di fragole) ho lasciato che si sfaldassero in cottura prima di agiungere la pectina, l'intero processo questa volta è durata di più...dall'inizio cottura alla fine saranno passate quasi due ore. Il risultato era davvero ottimo, ma molti pezzettini essendosi maciullati si sono trasormati comunque in marmellata....con qualche sporadico pezzetto che si era salvato. Questo giro ho esagerato....ho tagliato le fragole in quarti, indipendentemente dalle misure, così finalmente dopo 3 ore di bolli bolli ho ottenuto questa meraviglia di confettura...
In sintesi:

4 kg. di fragole
1,3 Kg. di zucchero
due buste di pectina 3:1
o in alternativa 1 mela per ogni chilo di frutta (con tutta la buccia).

Lavare e tagliare le fragole, metterle (pesate) in una pentola capiente e lasciarle cuocere a fuoco dolce girando spesso, quando cominciano a lasciare il succo aggiungere lo zucchero. Lasciare cuocere sino al ragiungimento della consistenza voluta, aggiungete la pectina e lasciate andae per altri 3 minuti...provate a versarne un cucchiaino su un piattino e guardate in quanto tempo gelifica, se vi sembra pronta spegnete e versate nei contenitori ben lavati e asciugati. Non occorre sterilizzarli in quanto la marmellata è lava fusa e sterilizzerà da sola. Capovolgete i vasetti ben chiusi e lasciateli per un oretta, rigirateli e verificate che si sia formato il sottovuoto nel tappo.

Buon godimento spalmabile a tutti!!

Tagged:

9 commenti:

  1. wow è venuto piutosto bene , che buona e genuina!

    RispondiElimina
  2. Ciao! questa ancora ci mancava! ma rimedieremo...ci copiamo subito la ricetta!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. Ciao, io non uso più pectina per le mie confetture di frutta. Lascio macerare la frutta nello zucchero per una notte e il giorno dopo a tutta callara per 20 minuti.
    Non viene densissima, però il sapore non si altera e nemmeno il profumo.

    RispondiElimina
  4. Bella e buona...la devo fare anche io al piu' presto....ciaoooo

    RispondiElimina
  5. Quella fetta la mangerei proprio volentieri, buonissima questa nmarmellata!

    RispondiElimina
  6. cercavo proprio una ricettina del genere ;)

    RispondiElimina
  7. che brava che sei! complimenti!

    RispondiElimina
  8. che buona la marmellata di fragole...un bacio
    annamaria

    RispondiElimina
  9. bravissima! sembra ottima, e poi con pane e burro.. uno spuntino coi fiocchi!! *_*

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...