Finalmente è Domenica! 
Dico così perché con oggi son finite le mie tribolazioni culinarie....finite per modo di dire ovviamente...hehehe

Oggi c'è il tanto atteso evento, le mie torte saranno esposte e vendute "un tot a fetta" accompagnate da una tazza di the aromatico a scelta...che dire, è stato un travaglio, sopratutto cercare di fare qualcosa che fosse diversificata e appetibile ai palati dei più.

Fino a stamattina avevo la cucina che sembrava un campo di battaglia....fruste ovunque, schizzi di panna di ogni sorta sparpagliati quì e la, ciotole mezze leccate e spatole vaganti...l'apoteosi l'ho raggiunta quando cercando i chicchi di caffè per guarnire una torta mi sono ritrovata le mani imbrattate di cacao e crema, alla quale era rimasto un tot di graniglia precedente che mi son trascinata dietro....volevo urlare, però poi alla fine con un magistrale colpo di gomito/avambraccio mi sono scrollata come i cagnetti dopo il bagno....voilà.

La creatura di oggi è il frutto di Sabato...in origine doveva essere una sofficissima Margherita che ahimè in cottura si è trasformata in una frittata dolce!! Dopo questa piccola battuta d'arresto, colpevole la pessima ricetta del sito "Accademia Barilla" (seguita alla virgola talaltro) ho dovuto ripiegare sul mio infallibile pan di Spagna....

* N.B: Sono stata contattata dall'Aaccademia Barilla che ha confermato l'inesattezza della ricetta, mi hanno inotre assicurato che a breve risolveranno adeguandola, quindi credo proprio che dopo le opportune modifiche riproverò a fare la loro torta, vi terrò aggiornati!


Risolto il problema, mentre si freddava, ho preparato la crema pasticcera ed il cioccolato plastico....Ho bagnato con acqua e zucchero e farcito con la crema, alla fine il risultato era davvero bello! 10.000 volte meglio della Margherita....Questo è il Carma...si vede proprio che dovevo sbagliarla per poter fare questa bellezza...hahahaha

Era la prima volta che lavoravo il cioccolato plastico, in effetti non mi ha detto nessuno come e quanto dovessi fare sottile le sfoglie, ad occhio mi sono regolata io e si vede....sui bordi è un po' traslucido, questo perché ho usato la misura 7 della nonna papera...(macchina per tirare la pasta)..però tutto sommato non mi posso lamentare, mi sembra un buon risultato, o no? hahahaha

Adesso lascio ai degustatori i commenti e le critiche....per quello che mi riguarda, sono mooooolto soddisfatta di tutto il lavoro fatto, se poi piace....tanto meglio!!! hihihi

Un abbraccio Plasticoso a tutteeeeeeeeeeeee!! Smakk


Pan di Spagna:
  • 5 uova 
  • 200 g. di zucchero 
  • 150 g. di farina 00 
  • 100 g. di frumina 
  • 1 fialetta di aroma al limone (se piace, diversamente usate la vaniglia) 
  • 1 pizzico di sale 
  • 1 bustina di lievito per dolci

Sbattere a schiuma i tuorli con 5 cucchiai di acqua bollente. Aggiungere 125 g di zucchero, aroma sale e sbattere fino ad ottenere una massa cremosa. Montare le chiare a neve durissima, aggiungervi lo zucchero rimasto, metterle sopra i tuorli sbattuti e setacciarvi farina, frumina ed infine il lievito. Incorporare delicatamente il tutto. Mettere l'impasto in uno stampo a cerchio apribile di diametro 26 cm. imburrato e infarinato e cuocere nella parte inferiore del forno preriscaldato a 180°(basatevi sul vostro forno, io ho messo su 160°) per 40-45 minuti.


Crema Pasticcera
  • 500 latte
  • 3 tuorli
  • 70 gr. farina
  • 100 gr. zucchero
  • Buccia di mezzo limone o vaniglia (io ho usato essenza di Bergamotto)

In un pentolino mettete il latte e la buccia di mezzo limone (occhio, solo la buccia, niente bianco!) vaniglia, in una terrina unite i tuorli con lo zucchero, amalgamate con un cucchiaio di legno e quando risultano ben omogenee aggiungete la farina. Rimestate ancora sino ad ottenere una crema fluida. Appena il latte accenna il bollore spegnete, togliete le scorze di limone e lasciate intiepidire un po'. Aggiungete poco per volta il latte alle uova e amalgamate sempre con il cucchiaio. Quando la crema avrà assorbito almeno 1/4 del latte potrete versare la crema nel pentolino del latte. A questo punto riaccendete il fuoco a fiamma moderata e continuando a mescolare lasciate che la crema si addensi. Ricordate che la crema diventerà più soda da fredda, quindi non fatela inspessire troppo sul fuoco altrimenti avete una polenta dolce...


Cioccolato Plastico
  • 400 gr. di cioccolato bianco di qualità
  • 3-4 cucchiai d'acqua
  • 2 cucchiai di glucosio
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria o al micro, unite l'acqua e il glucosio, rimestate velocemente ed è pronto. Se risulta troppo morbido unite dello zucchero a velo.

Tagged:

12 commenti:

  1. be fortuna che hai sbagliato la prima torta :) questa e una meraviglia

    RispondiElimina
  2. caspita che capolavoro!complimenti!

    RispondiElimina
  3. Davvero un capolavoro,è bellissima!!!!

    RispondiElimina
  4. Che bellaaaa!!!!E' davvero d'effetto, bravissima!

    RispondiElimina
  5. bellissima!! io ho sempre timore a sperimentare le tecniche decorative, forse col cioccolato plastico potrei tentare, mi pare più alla mia portata che mmf, glasse, pdz ecc ecc!!

    RispondiElimina
  6. Mamma mia, il cioccolato sarà stato pure *plastico* ma la torta sento il profumino fin qui! Complimenti!

    RispondiElimina
  7. Che brava che sei stata... il cioccolato plastico non lo conoscevo, ora voglio sperimentarlo anche io!!!

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutte!! E' stata una faticaccia ma ne è valsa la pena...si si, provate...bisogna sperimentare tutto nella vita..hahahaha

    besitos

    RispondiElimina
  9. Noooooooooo, non ci credo che si possano fare delle cose così belle!!! Ma se la avanzi va nell'umido o nella plastica???

    RispondiElimina
  10. Buonaaaaa......bellissima complimenti, una domanda dove trovi il glucosio?

    RispondiElimina
  11. Stupenda...proprio bella
    complimenti

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...