Adoro le piccole cose....quelle di una volta, fatte con amore e semplicità. Per me gli gnocchi sono una coccola, non un piatto, ma un "signor piatto". Erano quasi due anni che non mi mettevo a far gnocchi, ma l'altro giorno mi è venuta una voglia davvero strana.....con la  mente sentivo il sapore e la consistenza, ma in effetti non c'era ancora nulla....ed ecco che mi son ritrovata a far bollire le patate!

Ok, fin qua ci siamo, ma poi? Non ricordavo quasi più nulla, eppure mentre ero lì che schiacciavo le patate è stato come se in testa mi si aprisse un cassettino e venisse fuori tutto quello che serviva, ecco, ora ricordavo! Ma l'estasi creativa mi ha preso un pò la mano e mi son ritrovata a fare tre palle uguali e mentre le guardavo pensavo a come colorarle.

Una palla l'ho lasciata "nature", un'altra l'ho resa rossa con un paio di cucchiai di concentrato di pomodoro e l'altra? Volevo usare il nero di seppia, ma non mi sembrava indicato per il condimento che avrei usato...allora ho pensato al nero d'oliva, ma anche lì, il sapore sarebbe stato troppo intenso....e allora che usare? Ma certo! Il cacao amaro!!!!



Ed ecco come son nati i miei "gnocchi multicolor"...molte di noi usano la carota per il rosso, o la barbabietola....altre il basilico o spinaci per il verde....io mi sono cimentata in qualcosa di "alternativo" e vi devo proprio dire che non mi è dispiaciuto affatto! Il sapore era molto delicato, quasi non si percepiva e la cosa piacevole era che si abbinava perfettamente alla delicatezza del condimento....il classicissimo burro e salvia. L'unica cosa che non capisco è come mai erano molto morbidi nonostante avessi usato più farina del solito, ma quando si son cotti erano perfetti! Non duri e nemmeno farinosi, si sono solo un pò sformati in cottura, ma in fondo nessuno è perfetto...nemmeno i miei gnocchi! Però che buoooonnniiiii hahahaha

Volete prepararli anche voi? No problem, armatevi di:
(per circa 1,4 Kg. di gnocchi)
  • 1 Kg. di patate gialle e farinose
  • 300 gr. di farina
  • 1 uovo
  • sale q.b.
Bollite le patate e passatele nello schiaccia patate, su una spianatoia lavorate le patate con la farina, unite il sale e l'uovo, amalgamate e impastate finché non otterrete una palla omogenea e liscia. La quantità di farina è soggettiva, dipende da quanta acqua avranno assorbito le patate, infatti non di rado si aggiunge farina sino al raggiungimento della giusta consistenza....regolatevi dunque ad occhio. Una volta pronto l'impasto prelevatene una parte, fate un cilindro di circa 2 cm. e tagliatelo a dadi in parti uguali. Prendete ogni gnocco e passatelo tra i rebbi di una forchetta, oppure nell'accrocchio fatto apposta per i gnocchi che fa le righe ...non chiedetemi come si chiama però, so solo che l'ho preso tanti anni fa e non ricordo il nome ;-)

A vostra scelta se colorare o meno la pasta, io mi regolo sempre in base al condimento, voi fate quello che più vi ispira....Appena bolle l'acqua versate i vostri gnocchi, quando cominciano ad affiorare è l'ora di "ripescarli" con un mestolo, condite e servite...buon appetito!!

Tagged:

3 commenti:

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...