Ohhhh....finalmente trovo il tempo per pubblicare qualcosina...oggi vi voglio parlare del cioccolato plastico.


Molti lo conoscono già, altri usano metodi similari e altri ancora non lo conoscono affatto. Ho deciso di parlarvi di questo perché secondo il mio modesto parere, il cioccolato plastico è una base poco conosciuta, per lo più si crede che faccia parte di una di quelle preparazioni che portano via troppo tempo o che siano destinate solo agli esperti....vorrei sfatare questa credenza e riportare ai giusti fasti una preparazione che secondo me, merita di essere sfruttata molto di più. Un esempio? Prepararsi delle decorazioni che messe in frigo/freezer possono durare molto ed essere sempre pronte all'uso, minimo sforzo con massima resa, l'effetto è garantito! Oppure come nel mio caso, ricoprire al volo una torta senza esagerare con panne e creme di burro....non ultimo è un ottima piattaforma per le inesperte in decorazioni di miniature, infatti permette di essere rimodellato a piacere, quindi se si sbaglia si ricomincia da capo, senza necessariamente aver buttato via nulla....che dire di più, provate e divertitevi!!

Comincerò col dire che nella mia preparazione utilizzo il glucosio, esistono anche ricette in rete che lo sostituiscono con il miele, personalmente le ho provate entrambe e mi trovo decisamente meglio con il glucosio, mi sembra più stabile e lascia il composto molto più omogeneo....e poi non ho usato lo "sciroppo di zucchero" che invece è citato in quasi tutte le ricette, magari sbaglierò, ma trovo che con il glucosio ci sia già un abbondanza di elementi zuccherini e non ho voluto eccedere oltre....ecco cosa vi occorre:


Per coprire una torta da 24-26 cm.

  • 400 gr. cioccolato fondente min. 72%
  • 2 cucchiai colmi (e abbondanti) di glucosio 
  • 4 cucchiai d'acqua (uno per ogni tavoletta usata)
  • zucchero a velo q.b.

Ho fatto fondere il cioccolato al microonde, ma voi se preferite usate il metodo che più vi piace, per le neofite suggerisco il bagno maria, si evitano clamorosi errori e la riuscita è garantita.


Una volta fuso il cioccolato, ho aggiunto il glucosio e l'acqua, ho amalgamato energicamente con una spatola sino a quando il composto non si è "addensato" staccandosi dalle pareti.

Una volta pronto, ho adagiato il composto sul pianale che ho preventivamente spolverato con lo zucchero a velo, questo per evitare che si attaccasse troppo.


Ho lavorato con mani e spatola sino a che il composto non risultasse ben omogeneo....


A questo punto, una volta pronto, ho racchiuso la palla di cioccolato con la pellicola. Non preoccupatevi se vi sembra ancora molto morbida è così che dev'essere, se fosse più solida, nel momento del riposo diventerebbe troppo dura da lavorare e sarete obbligate a scioglierla qualche secondo nel micro per ridarle morbidezza. Nella foto volevo rappresentare le dimensioni dell'impasto a confronto con una tavoletta tradizionale, quello è il risultato di 400 gr. lavorati.


Ecco cosa avrete ottenuto dopo circa un'oretta di riposo, (il dito è della figlia curiosa) io non l'ho messo in frigo perché dovevo utilizzarlo subito, ma se volete potete tranquillamente lasciarlo in frigo sino a 3 mesi, prima di utilizzarlo però ammorbiditelo per pochi secondi con il microonde, se occorre anche più volte purché per breve tempo, ad es: 15-20 sec. girandolo spesso.


Ed ecco a cosa è servito! Ho ricoperto la torta di compleanno di mia figlia, una torta fatta di fretta (come tutte le mie cose ormai) di cui vi parlerò nel prossimo post!

Per ora vi lascio agli esperimenti e se volete, qua potete trovare anche una versione "in bianco" che ho utilizzato per guarnire un'altra torta....

Buon pasticcio!!

** Tzu **

Tagged: , ,

1 commento:

  1. Ciao Tzu,arieccome, stavolta sul cioccolato,ma come hai fatto a fare la copertura della torta cosi bella liscia e lucida? e il glucosio dove si compra ? ho visto la torta di cioccolato bianco..Dio che meraviglia!!!!Ma il cioccolato non si straccia tirandolo? quì va a finire che mi devo mettere a dieta ,anche perchè ad una certa età si ingrassa solo a guardarle certe cose....ciao Teresa (quella della la PM)

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...