Oggi è il giorno del raccolto in casa Tzu....

Sono tornata dalle ferie e con mia somma sorpresa...il mio orto non era defunto!! Merito sopratutto dell'innaffiatore temporizzato, ma anche dalla poca sfiga che ho avuto..eh si, perchè di solito, nonostante tutti gli accorgimenti del caso, o si ottura l'innaffiatore... o si scarica la pila.... o peggio si sconfigura il timer per i fatti suoi senza apparente motivo...ma stavolta sembra che tutto sia perfetto. Dunque, forbici alla mano, decido che è venuto il momento di "Pesteggiare"!!

Questo è quanto ho deciso di potare, visto che comunque la stagione può ancora dare frutti, ho lasciato qualcosa per altri usi.....

Armata di martello, comincio a procurarmi anche i pinoli....ingrediente necessario alla produzione di un ottimo pesto.
Questi li ho raccolti personalmente in Sardegna l'anno scorso.... appena li apri si sente arrivare alle narici quel tipico profumo pungente di clorofilla...ti viene subito in mente il pino..i profumi del mare...le vacanze passate..ok, basta.

Ecco la fase successiva alle due ore di pestaggio pinoli....

Ingredienti per il mio pesto:
  • Basilico
  • Aglio
  • Pinoli
  • Pecorino
  • Grana
  • Pepe q.b.
  • Olio d'Oliva
Di pecorino ne metto davvero un sospiro, perchè non amo molto il suo sapore forte... proprio per questo non uso sale, lascio che sia quello che insaporisca. Aggiungo invece una bella manciatona di grana, quello si. Ho messo solo gli ingredienti e non le quantità solo perchè cambiano in funzione del basilico...assaggio spesso mentre lo faccio e le correzioni in corso d'opera non si contano... Col tempo ho imparato che il metodo migliore per fare il pesto col mixer (perchè la morte sua è il mortaio) è quello di non "stressarlo", ovvero piccoli colpi di mixer intervallati tra l'oro e con un breve riposo prima di ricominciare...Questo serve a non far annerire il basilico, che per sfregamento con le lame surriscalda e cuoce.

Eccolo qua....

Ovviamente è una mia interpretazione, la ricetta che per me è quella migliore...poi esistono diverse scuole di pensiero che inseriscono mollica di pane...mandorle...o altro.
Per dovere di cronaca, devo dire che dopo un riposo in frigo di almeno due giorni..beh, è tutta un altra cosa....Se poi dopo qualche giorno che si è riposato ed ha amalgamato tutti i profumi, lo mettete in vaschette da ghiaccio (o quelle in silicone da muffin (come faccio) e riponete in freezer, allora avrete pesto fresco per ogni occasione!

Buon Pestaggio a tutti!!

Tagged:

0 Briciole:

Posta un commento

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...