Ed ecco uno dei miei soliti esperimenti, questa volta si tratta di una piccola modifica sulla mia solita ricetta della torta fredda allo yogurt...La destinataria di questa prelibatezza è stata mia suocera, che purtroppo da qualche anno patisce un male che le pregiudica ogni sorta di sfizio.....è diabetica.
Così, in occasione del suo compleanno, ho pensato di prepararle una tortina che soddisfasse il palato e non creassi troppi danni, ecco il perché della mia variante, al posto del tradizionale zucchero questa volta ho usato la stevia.

Che dire, il risultato è stato a dir poco eccellente, il sapore era ottimo, la consistenza perfetta ed i "bis" piovevano come i chicchi di riso agli sposi....Ovviamente la suocera ha gradito e la mia coscienza era salva...bene, esperimento stevia riuscito, Tzu 1 - glicemia 0....wow!!

Se avete della stevia e non avete mai provato, ecco come ho fatto io...

Vi servono:

  • 300 gr. di biscotti Digestive
  • 120 gr. di burro fuso
  • 500 ml. di panna fresca
  • 500 ml. di yogurt alle fragole "light"
  • 1/4 di cucchiaino da caffè di rebauside (stevia) oppure 130 gr. di zucchero(le dosi sono soggettive)
  • 12 gr. di gelatina in fogli

    Per il Topping 

    • 250/300 gr di pure' di fragole   
    • la punta di un cucchiaino da caffè di stevia (o 40-50 gr zucchero)  
    • 6 gr. di gelatina in fogli ammorbidita
      Su un foglio di carta forno (e magari sul piatto che userete per presentarlo) preparate un anello apribile alla misura di 24-26 cm. In un canovaccio da cucina schiacciate i biscotti con un matterello, mettete le briciole ottenute in una ciotolina e uniteci il burro fuso. Versate la miscela ottenuta nel cerchio e livellate bene l'impasto, aiutatevi con un cucchiaio se occorre. Mettete la base ottenuta in frigo e dedicatevi alla crema. 

      Mettete la gelatina ad ammollare nell'acqua, in una terrina versate la panna fresca tenendone da parte mezzo bicchiere, unite la stevia (o lo zucchero) e montate a neve ferma, quando pronta unitevi poco per volta lo yogurt e amalgamate con una spatola sempre dal basso verso l'alto. A questo punto scaldate al microonde (oppure a fuoco molto basso) la panna che avete tenuto da parte, non deve bollire ma solo scaldarsi un po'. Strizzate la gelatina e unitela alla panna scaldata, mescolate bene e quando si intiepidisce versatela nella crema. Amalgamate il tutto e versate nella base, asciate in frigo per almeno 2 ore prima di procedere al topping. Lavate e mondate le fragole, passatele al mixer e mettetele in un pentolino, con una puntina di stevia e fate scaldare (non bollire), unitevi la gelatina ben strizzata e amalgamate il tutto. Spegnete e lasciate intiepidire. Ora riprendete la torta e versate con l'ausilio di un cucchiaio la crema di fragole. Rimettete in frigo e lasciate riposare ancora per 3 ore, dopodiché potrete togliete delicatamente la carta e poi l'anello. Se notate imperfezioni sui bordi è sufficiente scaldare la lama di un coltello con acqua calda e levigare i bordi.
      Fresca, delicata e pure salutare....uè, ho detto che è per diabetici ma se avete il colesterolo che si misura con l'astina dell'olio della macchina, beh allora regolatevi voi...hehehehe 

      Tagged: ,

      12 commenti:

      1. immagino la felicià di tua suocera....un bacione
        Annamaria

        RispondiElimina
      2. Tua suocera sarà stata contenta!!!
        La copio subito la preparerò per mio cognato!
        Lui è diabetico e molto goloso sarà felicisssimo di addentarla Ciao

        RispondiElimina
      3. Ma che tesoro sei!!! Non ho ancora trovato chi va in Svizzera, ma intanto provo con un altro dolcificante, basta poter mangiare qualcosa di dolce ogni tanto!!!!!!!!!!!!!!!!!

        RispondiElimina
      4. si complimenti una gran bella rorta adatta per l'estate, confermo che si trova in vendita in svizzera, ha un po il sapore con una note docle che ricorda la liquirizia

        RispondiElimina
      5. La proverò di certo! Sono diventata resistente agli zuccheri di recente, per una cura ormonale fatta e prolungata,e la stevia mi è stata consigliata come dolcificante, ma in Italia si trova ad qualche parte? Sto assumendo farmaci per ripristinare l'equilibrio dell'insulina e solo il fruttosio mi è permesso...sob...sing.... Ciao e grazie di questa lieta novella!

        RispondiElimina
      6. Ma nei biscotti digestive c'è lo zucchero...
        Delia

        RispondiElimina
      7. Davvero belle ricette e bel blog, se vuoi fare un giro nella mia cucina, http://biscottirosaetralala.blogspot.com

        RispondiElimina
      8. Qua fa caldo tanto e tua torta e cosi frescosa e bella da vedere,mi la mandi?Buona giornata ROmana

        RispondiElimina
      9. Se il gusto è favoloso come l'aspetto di questa bellissima torta non mi sorprende proprio il successive che ha avuto! Complimenti faby

        RispondiElimina
      10. anchio il mio papà è diabetico e cerco sempre di fare dolci con pochissimo zucchero e che nn provochino picchi glicemici (che sono i veri nemici dei diabetici). invece dei digestive uso i biscotti senza zucchero.

        RispondiElimina
      11. grazieee!ti devo ringraziare moltissimo!anche io ho problemi di glicemia ma questa torta mi sembra perfetta!!!!grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!! :3

        RispondiElimina

      Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...