Brrrrr....che tempo da lupi che c'è.....sarà questo, la voglia di coccole o chessò io che mi son messa dietro ai fornelli. Occasione? Giretto dalla suocera, porella, sempre dietro a combattere con il suo "mostriciattolo", il diabete...ed io che posso fare se non prodigarmi per il suo benessere? hahahahaha....ovviamente è una scusa, tutto fa brodo quando c'è da impastare e scodellare! Ecco perché pensando a cosa portarle ho rispolverato delle vecchie ricettine sui classici, quale miglior classico della torta di mele!! 

Esistono miriadi di versioni, con la crema, a crostata, rovesciate e spiattellate....io rimango una persona semplice e quindi ho optato sul classico, mele dentro e fuori! 

Torta di mele: (teglia da 26-28)
  • 150 gr di farina 00 
  • 100 gr. di frumina
  • 150 gr di zucchero (io ho usato 1/2 cucchiaino di stevia) 
  • 4 Mele golden medie (o 3 grandi)
  • 3 uova 
  • 100 ml di acqua  
  • 80 ml di olio di semi (io avevo quello di soia) 
  • buccia grattugiata di 1 limone non trattato 
  • 1 bustina di lievito
  • burro e farina q.b. x la teglia

Accendete il forno a 180°, in una terrina (o ciotola) cominciate a sbattere le uova con lo zucchero, non state a menarle troppo, non devono montare. Unite farina, zucchero, frumina e buccia di limone insieme, versatene metà nella ciotola e mescolate leggermente, aggiungete parte dei liquidi come olio e acqua, versate la farina rimanente ed i rimanenti liquidi. Non deve risultare un impasto liquido o troppo sodo, per questo regolatevi mentre versate le ultime parti liquide.  Adesso unite il lievito, sbucciate e detorsolate le mele, 2 le taglierete a cubetti e le amalgamerete all'impasto mentre le rimanenti servono per guarnire. Imburrate e infarinate la teglia, versate il composto e decorate con fettine di mela a raggiera. Se vi piace potete cospargere le mele di zucchero, così si caramellano.... Adesso abbassate il forno a 160° e infornate poco sotto la metà del forno, così eviterete di bruciare le mele. Lasciate cuocere 40-45 minuti, regolatevi secondo il sacro metodo dello stecchino...

E voilà...cotto e pappato!!

Anche qui avrei da dire la mia....io non metto le mele a "sbiancare" nel limone, secondo me cambia il sapore delle mele e non la fa alzare, poi c'è la storia della consistenza...con l'esperienza ho imparato che se l'impasto è "molle" le mele affondano come il Titanic (nemmeno infarinate resistono all'annegamento) se troppo "sodo" non lievita un tubazzo.....così per regolarmi ho capito che come tutte le cose l'equilibrio sta nel mezzo....provate e sappiatemi dire!...non sarà una bellezza da vedere, ma posso assicurarvi che era sofficissima, morbida (grazie anche ai pezzetti di mela) e per nulla compatta...insomma, si è fatta gustare!

Tagged:

2 commenti:

  1. la proverò anche io con lo stevia,tu dove lo acquisti?

    RispondiElimina
  2. Ciao cara innanzi tutto volevo farti i miei complimeti per questa torta che deve esser super buona e poi bhe che dire....sono tornata tra voi.
    baciotti

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...