Oggi vi presento un dolcetto da leccarsi dita, baffi e terrina....il Danubio alla Nutella!

Generalmente preparo il danubio con il mio impasto del pane al latte (lo trovate nel mio ricettario della Mdp) e vi dirò, vengono benissimo.....ma questi li ho voluti preparare con l'imparto del pan brioche, ovviamente i tempi di lavorazione sono molto più lunghi, ma il sapore è tutta un'altra cosa!

Intanto comincio col darvi la ricetta, che poi altro non è che una variante delle sorelle simili...solo con meno burro e senza limone...e poi vi spiego passo passo il procedimento....questo per accontentare anche quella stonata di mia cognata (all'estero) che ogni volta mi dice "Si vabbè, ma io non ho capito come si deve fare"...ecco svelato l'arcano. Ho cominciato intorno alle 9.00 a preparare il lievitino (polish), dopo un oretta ho iniziato la fase II, ho preparato l'impasto base e vi ho unito il polish. Intorno alle 16 ho cominciato la lavorazione delle palline e dopo due ore ho completato il danubio ed ho infornato. Ovviamente i tempi di lievitazione possono essere soggettivi, in casa avevo 23° ed in cucina almeno 25°, visto il forno che andava a manetta...ma il calore e l'umidità incidono moltissimo nella lievitazione, quindi regolatevi di conseguenza.

Ecco la ricetta...

Per il Polish (o impasto lievitante)
  • 150 g. farina Manitoba
  • 25 g. di lievito fresco
  • 1/2 bicchiere di latte tiepido
A mano sulla spianatoia o con un impastatrice, preparare il panetto sciogliendo il lievito nel latte e amalgamandolo alla farina. Se risultasse troppo asciutto, unire del latte sino a raggiungere una consistenza compatta e soda. Lasciar lievitare coperto sino al suo raddoppio..30-40 minuti.

Per l'impasto
  • 350 g. di farina Manitoba
  • 120 g. di zucchero
  • 2 uova
  • 60 g. di burro
  • 80 ml. di latte
  • scorza di limone grattugiata (che ho sostituito con semi di vaniglia)
  • sale q.b.
Impastare gli ingredienti, vale il discorso precedente sul latte, versatelo pian piano, non è detto che debba servirvi tutto, sopratutto se le uova sono di grandi dimensioni...andate a occhio. Una volta pronto l'impasto, unitelo al panetto lievitato, lavorate il tutto e quando pronto lasciatelo riposare almeno due ore, deve raddoppiare ancora. A me nel forno chiuso, ha raggiunto il raddoppio quasi dopo 3 e mezza...però dipende molto dall'umidità dell'ambiente, dalla farina etc....regolatevi voi...

Crema per farcirli (oppure Nutella come i miei)

  • 400 ml. latte
  • 160 g. di zucchero
  • 50 g. di farina 00
  • vaniglia
  • 4 tuorli
A questo punto, dopo aver uniti i due impasti ed aver aspettato il raddoppio, prendete un pugno di pasta e con l'aiuto della bilancia (magari digitale) formate delle palline di circa 35gr. Spianatele e farcilete con la crema o con la Nutella, come ho fatto io, e richiudetele bene stando attente a non far fuoriuscire nulla. Accertatevi che la palla sia omogenea e senza punti aperti, passatela tra le mani delicatamente per renderla compatta e posizionate le palline pronte su una teglia imburrata. Ecco le foto dei procedimenti, così sarà più chiaro...

Appianare la pasta e farcire


Chiudere bene i lenmbi sovrapponendoli come per chiudere una busta


Sigilla bene i lembi in modo da nascondere le giunture
Passatela tra le mani delicatamente per rendere la pallina omogenea
Ecco fatto, la cosa più complicata è fatta! Adesso disponeteli nella teglia (rotonda o altro) avendo cura di distanziarli tra loro perchè lieviteranno raddoppiando il loro volume!

Alle 17.00, appena posati
Dopo un'ora....
Dopo due ore....
E dopo due ore, ecco come si presentavano le mie pallette....pronte per la fase finale, la spennellatura. Ho passato su ogni pallina dell'albume che mi era avanzato dalla realizzazione di una torta precedente, e poi le ho cosparse di granella di zucchero come tocco finale.



 Non cè che dire, belle son belle, l'importante è che siano anche buone! 


 

Ho infornato nella parte bassa del forno (che avevo già bello caldo da prima) a 180° per 40 min. dopo 15 ho alzato a metà la griglia del forno, ma non sono stata accurata perché (come al solito) avevo fretta di vederlo finito ed ho dimenticato di coprire con la stagnola.....risultato? Si sono colorite fin troppo! Ma il profumo era ottimo!!! 



Tagged: , ,

2 commenti:

  1. Schifo??? Una cosa fatta da te??? Giammai!!! Se ne avanzano, comunque, il mio indirizzo lo conosci

    RispondiElimina
  2. Ma ciao!
    Anche io in genere preparo il danubio con l'impasto dei panini al latte, giusto per renderlo un po' più leggero, ma ogni tanto mi concedo quello con uova e più grassi, tutta un'altra cosa! Lo hai mai provato con l'olio? Viene sofficissimo, ciao!

    RispondiElimina

Se ti scappa di dirmi qualcosa...non trattenerti!! Grazie comunque per la tua visita, la prossima volta però sparecchi tu...